U.C. Sampdoria Sampdoria logo

Il protagonista del giorno in casa Samp: Guido Marilungo

News

Il protagonista del giorno in casa Samp: Guido Marilungo

Nel trionfale successo di ieri contro la Lazio, la Primavera guidata da Alberto Bollini ha messo in mostra l'ennesimo, grande talento del Settore Giovanile blucerchiato. Guido Marilungo racconta a sampdoria.it la sua incredibile, irripetibile giornata.

29_marilungoSe la Primavera ha centrato un'incredibile e spettacolare qualificazione alla fase finale parte del merito è anche di un ragazzo che, nella storica giornata romana, ha saputo prima firmare il 3-0 decisivo per centrare i supplementari e poi, a un soffio dai rigori, centrare la doppietta che ha chiuso la gara: il suo nome è Guido Marilungo.

Il risveglio, il giorno dopo l'impresa, ha un sapore ancor più speciale. A diciassette anni il percorso della vita è soltanto agli inizi, ma dire che si è da poco vissuto il momento più bello della propria esistenza può anche avere un senso…
«Di certo quella di ieri è stata la partita più bella ed importante della mia fin qui breve carriera. Uno scontro decisivo in cui nessuno avrebbe scommesso un centesimo su di noi e che invece abbiamo vinto e stravinto».

Un incontro da ricordare, condito da una fantastica doppietta per Guido Marilungo, centrocampista offenviso della Primavera blucerchiata classe 1989, grande protagonista ieri a Formello.

«Certamente questi due gol rappresentano il momento più incredibile della mia avventura alla Sampdoria. Soprattutto il secondo, quello decisivo, segnato nei supplementari, lo ricorderò per tutta la vita».

Due "zuccate" vincenti che hanno schiuso le porte della fase finale del campionato per i baby blucerchiati guidati da Alberto Bollini. Proprio il mister in settimana aveva cercato di mantenere alta la concentrazione dei suoi, nonostante si fosse obbligati a partire da uno 0-3 subito in casa.
«Eh sì, il mister è stato un bel martello, ma anche se adesso a dirlo viene quasi da sorridere, tutti noi eravamo convinti di poter andare a Roma e riaprire il discorso qualificazione. Domenica scorsa eravamo piuttosto rabberciati. Ieri a Formello, a parte poche eccezioni (vedi gli infortunati Koman, Bastrini e Bianco, ndr.), eravamo tutti disponibili e in buone condizioni. Direi che si è visto».

Quale a tuo parere il momento decisivo dell'incontro in cui tutti avete pensato che compiere il miracolo fosse realmente possibile?
«Beh, il gol di Alessandro (Romeo, ndr) ci ha fatto capire che quantomeno potevamo spaventarli. Segnare il 2-0 alla fine del primo tempo con Ferrari ci ha dato convinzione e grande entusiasmo…».

Un po' troppo, a sentir Bollini…
«Beh sì, negli spogliatoi il mister ci ha rimesso in carreggiata per così dire, e nella ripresa siamo rientrati in campo con la medesima determinazione e concentrazione del primo tempo».

Guido Marilungo, nato nell'agosto di diciotto anni fa a Montegranaro in provincia di Ascoli Piceno è l'ennesimo gioiellino sfornato dal Settore Giovanile blucerchiato. Per lui, classe 1989 e quindi aggregato sulla carta agli Allievi Nazionali, la Primavera è già un obiettivo straordinario per questa stagione calcistica.
«Ho avuto possibilità di salire con la leva superiore e spero di essermi reso ultile. Dopo i due gol in Coppa Italia e quello segnato con il Piacenza nella regular season, questa doppietta è per me l'apice di una annata davvero da ricordare».

E nel futuro di Guido cosa possiamo scorgere?
«Adesso innanzitutto c'è da pensare ad una final-eight (a Bressanone dal 12 al 19 maggio, ndr) in cui ben figurare per chiudere alla grandissima questo splendido campionato. Al domani non ci penso, spero solo di poter rimanere nella Samp a lungo e magari un giorno esordire in Serie A con questa magnifica maglia…».

Sogni che si avverano… a vedere quanti elementi della Primavera hanno quest'anno assaggiato l'emozione del grande palcoscenico.

Gli altri articoli su Lazio-Sampdoria
Alberto Bollini e il suo pomeriggio indimenticabile
Garrone e Marotta in coro: complimenti ragazzi!
Primavera, ecco le avversarie sulla strada per lo scudetto
Grande Primavera, 4-0 alla Lazio: si va alla fase finale

Nella foto Pegaso, Guido Marilungo, centrocampista della Primavera blucerchiata.

altre news

Mini Abbonamento Promo