U.C. Sampdoria Sampdoria logo

Castellazzi: «Una domenica speciale per i nostri tifosi»

News

Castellazzi: «Una domenica speciale per i nostri tifosi»

Il numero 1 della Samp protagonista con due parate da sogno: «Una soddisfazione in più, ma quella più grande è aver fatto felice la nostra gente».

17_castellazzifigueroaC'ha messo la manona su Lucarelli, Luca Castellazzi, quando nella ripresa il difensore genoano ha sfiorato la rete con un gran colpo di testa. Proprio sotto la Nord, salvando una palla che poteva diventare di fuoco. «E' stata una bella soddisfazione anche questa, dai – sorride il portiere della Samp, al termine del derby -, sono felice perché quando si fanno degli interventi importanti e si vince vale doppio».

Parate e occasioni. Vale doppio, quella parata, come doppio vale vincere un derby… «Assolutamente sì, oggi la posta in palio era davvero elevatissima – risponde Castellazzi, protagonista anche su Di Vaio in avvio – nel contesto di un match dai contenuti emotivi infiniti. Penso comunque che si sia vista una gara più equilibrata e a viso aperto rispetto all'andata, con le squadre che hanno provato a giocarsela fino in fondo». Meglio il Genoa, forse, nel primo tempo. La Samp è però uscita alla grande nella ripresa. «Nel primo tempo secondo me si è visto un incontro combattuto, in cui non ha prevalso nessuno. Nel secondo invece, meglio noi. Abbiamo avuto più occasioni e poi, quando il Genoa è rimasto in dieci, dovevamo accelerare e ci siamo riusciti. Era chiaro ad un certo punto che avrebbe deciso un episodio, fortunatamente ha sorriso alla Samp».

Gioia enorme. Dal 1979 il Doria non vinceva un derby di ritorno, in Serie A, in casa del Genoa. «Oggi è bello anche guardare le statistiche – scherza Castellazzi -, però non dimentichiamo quanto è stata dura portar via questa partita. Era quasi uno spareggio Uefa, ma la gioia più grande è per i nostri tifosi: una domenica così non è da tutti i giorni…».

Cassano-show. Samp nel segno di Cassano, nel bene e nel male. Anche se Antonio era un po' nervoso all'inizio, vedi il giallo rifilatogli da Rizzoli per proteste. «Ma non era l'unico ad esser nervoso – frena il guardiano blucerchiato -, direi anzi che lo eravamo tutti quanti. Quando si è sciolto, Antonio ha iniziato a chiedere palla di continuo e quando lui chiede palla, vuol dire che sta bene e in questi momenti più lo fischiano, più vuole farli tacere…».

E ora l'Inter. Derby dalle mille emozioni, d'accordo, ma è passato. Ora c'è l'Inter. «La vittoria di oggi ci serve per il morale e per aumentare la consapevolezza della nostra forza, stiamo trovando continuità e vogliamo continuare così. Certo, contro l'Inter sarà dura perché loro sono fortissimi, però anche noi possiamo dire la nostra per restare agganciati ad una classifica bellissima».

Speciale Genoa-Samp. Clicca qui per sapere tutto sulla sfida del Ferraris.

Nella foto Pegaso, Luca Castellazzi sicuro in anticipo su Lucho Figueroa.

altre news

Campagna abbonamenti 2024/25