U.C. Sampdoria Sampdoria logo

Cagliari stregata: rosso e rigore dubbio, i rossoblù vincono 2-0

News

Cagliari stregata: rosso e rigore dubbio, i rossoblù vincono 2-0

E anche il 2020 si concluderà senza vittorie della Sampdoria in quel di Cagliari. Del resto come tutti gli anni dal 2008 a questa parte. Già perché nemmeno in questa stagione i blucerchiati sono riusciti nell’impresa di battere i rossoblù a domicilio, anzi. Sono usciti dalla “Sardegna Arena” con una sconfitta sul groppone. Colpa, soprattutto, di una doppia ingenuità a cavallo dei due tempi: espulsione di Augello e rigore causato da Tonelli. Due episodi che hanno fatto la differenza in un match che sembrava indirizzato sui binari dei ragazzi di Ranieri.

Controllo. La novità di formazione rispetto alle ultime due di campionato è rappresentata da Candreva, di nuovo titolare sulla fascia destra a distanza di 20 giorni. Già al 6′ primo squillo rossoblù: Joao Pedro svetta in area e centra la traversa su cross a rientrare di Ounas. Corso il brivido, il Doria prende le redini dell’incontro, pressa alto, rischia pochissimo e si distende con facilità. Latitano le conclusioni verso la porta, questo sì, ma ci vuole pazienza. E il controllo della gara da parte dei blucerchiati lascia trapelare fiducia.

Dieci. Il castello di certezze crolla però all’improvviso. Corre il minuto 38 quando Augello sbaglia a centrocampo la misura di un retropassaggio ad Audero: il terzino prima apre un’autostrada a Nandez, poi lo stende in maniera inequivocabile. L’arbitro Ayroldi inizialmente lo ammonisce, salvo cambiare idea dopo l’intervento del VAR: rosso. Siamo in dieci e cambia tutto. Cambia anche Ranieri: fuori Ramírez, dentro Damsgaard nelle vesti di esterno mancino. Bereszynski viene dirottato sulla sinistra, Candreva arretra e Jankto si sposta sulla destra.

Apnea. La prima frazione finisce così, la seconda si apre in apnea. Un centinaio di secondi e Joao Pedro trova in area l’opposizione di Tonelli, vedendosi assegnare un dubbio tiro dal dischetto. Audero intuisce ma non tocca: Cagliari subito avanti. I sardi vanno vicini al raddoppio al 9′, su contropiede orchestrato da Sottil e malgestito in fase terminale da Ounas. Un minuto più tardi Jankto spara fuori sugli sviluppi di un corner e al quarto d’ora sciupa un filtrante potenzialmente ideale per Quagliarella. Al 18′ Sottil risulta ancora pericoloso: Audero ci mette il piede e guarda uscire il secondo tentativo in rovesciata del rossoblù. Non può niente invece il nostro portiere al 24′ su un’incursione letale di Nandez; riprenderla diventa proibitivo.

Coda. Ranieri inserisce forze fresche con Silva, Léris e La Gumina ma il Doria si sbilancia troppo e il Cagliari, al 33′, triplica addirittura le marcature con Sottil. Ma Ayroldi, assistito ancora dai colleghi al monitor, annulla per posizione irregolare di Ounas. Dentro nel finale va pure Verre e calcia debole al 40′ tra i guanti di Cragno. Troppo poco per provare a mettere un po’ di sale sulla coda. Cagliari resta stregata.

Cagliari        2
Sampdoria 0
Reti: s.t. 3′ J. Pedro rig., 24′ Nandez.
Cagliari (4-2-3-1): Cragno; Zappa (46′ s.t. Pisacane), Walukiewcicz, Godin, Lykogiannis; Nandez (46′ s.t. Caligara), Marin (1′ s.t. Sottil); Ounas (46′ s.t. Tramoni), J. Pedro, Rog; Simeone (41′ s.t. Pavoletti).
A disposizione: Aresti, Vicario, Tripaldelli, Klavan, Pereiro, Oliva, Cerri.
Allenatore: Di Francesco.
Sampdoria (4-4-2): Audero; Bereszynski, Yoshida, Tonelli, Augello; Candreva (36′ s.t. Verre), Thorsby, Ekdal (32′ s.t. Silva), Jankto (32′ s.t. Léris); Quagliarella (32′ s.t. La Gumina), Ramírez (43′ p.t. Damsgaard).
A disposizione: Ravaglia, Letica, Colley, Askildsen, Regini, Ferrari, Prelec.
Allenatore: Ranieri.
Arbitro: Ayroldi di Molfetta.
Assistenti: Preti di Mantova e Macaddino di Pesaro.
Quarto ufficiale: Marini di Roma 1.
VAR: Manganiello di Pinerolo.
AVAR: Lo Cicero di Brescia.
Note: espulso al 40′ p.t. Augello per gioco scorretto, ammonito al 19′ s.t. Tonelli, al 38′ s.t. Silva per gioco scorretto; recupero 3′ p.t.  e 4′ s.t.; terreno di gioco in buone condizioni.

altre news

Campagna abbonamenti 2024/25