Marcolin: «È stato un onore indossare la maglia blucerchiata»

Belin Marcolin! Tra il 2000 e il 2002 questo slogan campeggiava al centro della Gradinata Sud. Un vessillo innalzato in onore di Dario, centrocampista d’esperienza approdato dalla Lazio scudettata per aiutare la Sampdoria di Gigi Cagni a ripartire, dopo la delusione per la promozione sfuggita per un soffio poche settimane prima. «Lo ricordo bene quello stendardo – racconta in esclusiva Marcolin al media ufficiale doriano -. Ho ancora una fotografia a casa che lo raffigura. In blucerchiato sono arrivato per rimettermi in gioco e posso dire che, seppur in Serie B, per me sono stati due anni indimenticabili: è stato un onore aver fatto parto di questo grande club».

Questo sito web utilizza cookies tecnici e di terze parti, anche di analisi statistica, al fine di migliorare l’esperienza di navigazione e le funzionalità. I cookies di analisi possono essere trattati per finalità di profilazione da terze parti. Per avere maggiori informazioni e negare il consenso ai cookies clicca qui.

Se prosegui la navigazione mediante accesso ad altra area del sito o selezione di un elemento dello stesso (ad esempio di un’immagine o di un link) manifesti il tuo consenso all’uso dei cookies.