U.C. Sampdoria Sampdoria logo

Sampdoria-Mantova 1-0, Bonanni firma la vittoria

News

Sampdoria-Mantova 1-0, Bonanni firma la vittoria

Quarta amichevole precampionato e quarto successo per la Samp, sempre senza subire gol: decisivo, contro il Mantova, un gol su calcio di punizione di Massimo Bonanni.

02_bonanniSampdoria-Mantova, quarto test stagionale della Samp (il primo lontano da Moena), serviva soprattutto a portare avanti il lavoro di inserimento nei meccanismi tattici blucerchiati dei nuovi arrivi: non a caso, sei su undici titolari un anno fa giocavano altrove. Indicazioni positive anche questa volta, per mister Novellino: la squadra comincia a muoversi con scioltezza secondo i suoi dettami, l'applicazione (da parte di tutti) è costante e il gioco prende forma. E l'1-0 finale, firmato Bonanni, non può che far piacere.

Introduzione. Novellino insiste nell'esperimento di Palombo (c'è anche il secondo di Donadoni, Bortolazzi, a vederlo) centrale difensivo, ancora una volta in coppia con Terlizzi, e propone per la prima volta da inizio gara lo schieramento a una sola punta: alle spalle di Bonazzoli ruotano Bonanni, Franceschini e Delvecchio, con Parola e Volpi schierati in mediana davanti alla difesa. Sulle fasce cominciano Zenoni e Pieri. Il Mantova, allenato da Mimmo Di Carlo, è squadra di qualità: dopo le due promozioni consecutive dalla C2 alla B, ha mancato d'un soffio la A (sarebbe stata la prima squadra in assoluto a compiere il triplo salto consecutivo) dominando a lungo il campionato e cedendo nella finale play-off col Torino soltanto nei supplementari. Quest'anno riprova la scalata al massimo torneo con una formazione appena ritoccata.

Pronti via, Samp avanti. La Sampdoria parte a mille, e va subito in vantaggio: Punizione da destra, da posizione decentrata, Volpi tocca corto per Bonanni che indovina il sette più lontano senza lasciare scampo a Brivio. E' appena il 1', e l'esterno ex Palermo e Lazio ritrova il gol dopo gli assist per Delvecchio nella sfida di sabato scorso col Parma. La manovra della Samp è fluida, il gioco scorre bene e arriva anche l'occasione per il raddoppio quando Franceschini, dalla trequarti, inventa per Bonazzoli: solo in area, il centravanti di Asola stoppa di petto ma si fa respingere la conclusione da un grande intervento di Brivio. Il Mantova, più avanti nella preparazione e probabilmente – parecchi i brevilinei in campo – più in forma, torna alla carica e rientra in partita con due punizioni: al 26' Doga chiama Castellazzi alla respinta di pugno, al 35' Tarana scheggia la parte interna della traversa e guarda il pallone prima rimbalzare sulla linea e quindi tornare in campo. E' l'ultimo episodio del primo tempo, che si chiude con una Samp sì in leggero affanno ma comunque in vantaggio.

La ripresa. Novellino torna al 4-4-2 classico, con Quagliarella davanti al fianco di Bonazzoli a prendere le veci di Flachi (indisponibile ma sulla via della guarigione), Bonanni e Parola esterni di centrocampo e la coppia Palombo-Volpi in mezzo; Maggio rileva Zenoni sulla destra, insieme a Terlizzi a fare il centrale va Falcone. In porta c'è Berti e non Castellazzi. Come nel primo tempo, la Samp inizia col piede giusto e all'11' va vicina al raddoppio: Quagliarella fa tutto da solo e prova la botta dal limite, Brivio è attento e para. Altri cambi (Soddimo per Parola, poi Sala per Terlizzi, Bastrini per Pieri e Da Mota per Bonanni) e il Mantova torna a farsi vivo in avanti, con un doppio pericolo nel giro di un'azione: Tarana, da sinistra, trova pronto Franchini alla deviazione – traversa -, quindi l'azione prosegue e Bernacci, di testa, mette sul fondo il controcross. E' il 27' e la Samp risponde subito dopo, alla mezz'ora, con un'azione sull'asse della Primavera: comincia Soddimo, che si libera al tiro; il rimpallo favorisce Da Mota ma lo svizzero, davanti a Brivio, pecca in freddezza e il suo diagonale non inquadra la porta. E' l'ultimo sussulto di una partita logicamente in calando – le forze, a questo punto della preparazione, sono quel che sono. Finisce 1-0 per la Samp.

Avanti così. Conta relativamente, portare a casa la quarta vittoria su quattro amichevoli, ma almeno il morale resta alto. Conta molto di più, a rimanere freddi, aver visto la squadra muoversi ancora una volta seguendo i voleri di Novellino e conservare – pur con un po' di fortuna – la porta inviolata. Sabato, contro il Messina in odor di ripescaggio in A, nuovo test per verificare lo stato dei lavori: appuntamento ancora una volta al Briamasco di Trento, calcio d'inizio alle 17.

Sampdoria  1
Mantova      0
Rete:
p.t. 1' Bonanni
Sampdoria (4-2-3-1): Castellazzi L. (1' s.t. Berti); Zenoni (1' s.t. Maggio), Terlizzi (23' s.t. Sala), Palombo, Pieri (18' s.t. Bastrini); Volpi (44' s.t. Castellazzi P.), Parola (12' s.t. Soddimo); Bonanni (27' s.t. Da Mota), Delvecchio (1' s.t. Falcone), Franceschini (1' s.t. Quagliarella); Bonazzoli. A disposizione: Foti. Allenatore: Walter Novellino.
Mantova (4-4-1-1): Brivio (33' s.t. Valentini); Sacchetti, Di Cesare, Donazzan (1' s.t. Mondini), Rizzi (18' s.t. Donazzan); Doga (18' s.t. Tarana), Brambilla (1' s.t. Franchini), Grauso, Tarana (1' s.t. Sommese); Caridi (1' s.t. Altinier); Graziani (1' s.t. Bernacci). A disposizione: Notari. Allenatore: Domenico Di Carlo.
Arbitro: De Giuseppe di Merano
Note: angoli 4-2 per il Mantova; spettatori 700 circa; presente in tribuna l'allenatore in 2^ della nazionale italiana Mario Bortolazzi.

Nella foto Pegaso, l'autore del gol vincente Massimo Bonanni.

altre news

Scopri gli abbonamenti 2022-23