U.C. Sampdoria Sampdoria logo

Quando serve, chiedete pure a Francesco Flachi

News

Quando serve, chiedete pure a Francesco Flachi

Storia di una partita diversa da tante altre, con il protagonista che resta sempre uguale a se stesso: Francesco Flachi, due gol per far volare la Samp.

27_festaflachiIn quel Bologna-Sampdoria di metà '99, disgraziata domenica pomeriggio, lui non c'era. Stava a guardare, sapeva che sarebbe arrivato a Genova. Ma ancora col blucerchiato addosso non aveva mai giocato. Ha sofferto anche Francesco Flachi, per quella retrocessione, ma non si è tirato indietro: ha scelto comunque la Samp per dare una svolta alla sua carriera, e con la Samp ha riconquistato la A, l'Europa, i sogni di una carriera che avrebbe potuto sfuggirgli via.
Bologna-Sampdoria non era, non è una partita qualunque. Crocevia di molte delusioni, il Dall'Ara andava sfatato, esorcizzato, cancellato. Era nel destino blucerchiato toccasse a Flachi ridipingere i ricordi: su questo passaggio del turno sta impressa a chiare lettere la sua firma, in un misto di freddezza, opportunismo, tecnica e classe che fanno di Flachi quel che è – un simbolo, una bandiera, l'amore di una tifoseria.
Non è stato facile portar via questi ottavi di finale, affatto. Il Bologna resta una signora squadra, fortemente intenzionata a ripercorrere la strada che porta verso la A, e affrontarlo a casa sua con davanti un'ora senza Olivera complica dannatamente la situazione. Però la Samp ha avuto il merito di rimanere lucida, di capire che la possibilità di vincere ugualmente c'era tutta: bastava provarci, crederci. Francesco Flachi l'ha fatto, sin da quel gol di rapina che ha gelato lo stadio a partita appena iniziata; poi ha continuato, difendendo palla, aiutando Bonazzoli a tenere alta la squadra, conquistando rimesse laterali e punizioni, tornando a centrocampo a prender palloni e responsabilità. Quindi il rigore che può dar corpo alla voglia blucerchiata, con lui a mettere Antonioli a terra e la palla in fondo al sacco e poi correre felice fin dall'altra parte del campo, dove trecento innamorati gli urlano la loro felicità. C'è tutto Francesco Flachi, in quella corsa e nell'applauso che lui stesso dedica ai tifosi, a gara finita, prima di buttar la maglia in curva. C'è tutto Francesco Flachi, in questa vittoria.

Nella foto Pegaso, Flachi esulta – pazzo di gioia – correndo verso i tifosi della Samp.

altre news

Scopri gli abbonamenti 2022-23