U.C. Sampdoria Sampdoria logo

Maggio e la svolta: «Questo pareggio ci regala entusiasmo»

News

Maggio e la svolta: «Questo pareggio ci regala entusiasmo»

Il punto di San Siro come punto di partenza: «Ci ha regalato altro entusiasmo e tanta voglia di far bene – spiega l'esterno della Samp -, adesso sotto con l'Udinese».

18_maggioIl debutto in campionato con la maglia della Sampdoria non poteva essere più stimolante per Christian Maggio. In campo dal primo minuto, a San Siro, contro l'Inter delle meraviglie, in un momento che per la Samp definire delicato era un semplice eufemismo. Eppure il ragazzo di Montecchio Maggiore l'ha sfangata alla grande, dimostrando personalità da vendere e grinta all’ingrosso.
Di mostri sacri davanti gliene sono sfrecciati in continuo: Zanetti, Figo, Ibrahimovic, Stankovic, conditi da contrasti con quasi tutti gli altri componenti dell'attacco nerazzurro. Un sabato sera da battaglia dunque per il difensore vicentino, battaglia che ha dato esiti positivi: «Qualcosa è cambiato – attacca Maggio ad inizio conferenza stampa -, sicuramente in positivo. Dopo la sconfitta con l'Empoli avevamo trascorso una settimana non facile, ma il pari di Milano e soprattutto la prestazione sono serviti per recuperare entusiasmo e voglia di fare». A livello personale, c'è gioia anche per l’ex di Fiorentina e Treviso: «Sono contento, è andata bene anche sotto il profilo individuale; credo di aver disputato una buona gara e ciò non può che aiutarmi maggiormente nell'inserimento qui alla Samp. In fondo sono arrivato da poco, ma ho già imparato molto soprattutto dal mister che mi ha insegnato un sacco di cose». Sorrisi e buoni propositi dunque, però da mercoledì si fa di nuovo sul serio: «C'è in programma un altro test importante – conferma Maggio -, affrontiamo un'Udinese molto motivata, però noi abbiamo un grande gruppo e scenderemo in campo per portare a casa i tre punti».
La stampa nazionale ha presentato il pari di sabato sera come un demerito dell'Inter, più che un merito della Samp: «Personalmente mi è dispiaciuto – racconta il numero 7 blucerchiato -, la prestazione della Samp magari non sarà stata da 10, ma sicuramente da 9 sì. Quindi, cancelliamo quello che si è detto e pensiamo a far bene». Il ruolo di esterno basso, a destra, favorisce le caratteristiche dell'esterno veneto: «Ho sempre giocato lì, a parte quando mister Fascetti mi provò centrale difensivo. Negli schemi di Novellino mi trovo bene, sono adatti al mio modo di intendere il ruolo e già durante il ritiro ho appreso diversi meccanismi osservando Zenoni, che è qui da tanti anni e conosce benissimo le esigenze del nostro tecnico. C'è ancora tanto tempo, spero di imparare ulteriormente».
A Milano, Maggio ha avuto diversi compagni di fascia: prima Olivera, poi anche Zenoni. Cambiano ovviamente le carte in tavola perché uno cerca la profondità, l'altro copre di più. Ecco le differenze principali nei due tipi di situazione secondo Maggio: «Dipende molto dalla partita, però è chiaro che un difensore preferisca sapere di essere coperto, soprattutto in gare come quella di San Siro. Ho chiesto spesso a Zenoni di darmi una mano stringendo in difesa ed è andata bene, ma è logico che quando devi attaccare si rovescia tutto… In quel caso è più utile Olivera». Angelo Palombo centrale. Una sorpresa per Maggio? «Palombo lo conosco da tanto tempo, è un giocatore duttile che può ricoprire diversi ruoli con uguale rendimento. Sabato ha fatto una grande partita, è sempre stato attento: il mister potrà contare su di lui anche in futuro».
Mercoledì si torna a Marassi, dopo l'anno scorso e dopo il match con l'Empoli qualcuno parla di sindrome: «Io credo che sarebbe molto meglio dimenticarsi il passato e andare avanti tutti insieme. D'altra parte i nostri tifosi anche a San Siro non hanno mai smesso di incitarci e per un giocatore è il massimo… In più, lo spirito ora è decisamente più allegro e affronteremo la gara con determinazione. Speriamo di portar via questi tre punti».

Nella foto Pegaso, un intervento di Maggio in recupero sul vicecampione del mondo Vieira.

altre news

Scopri gli abbonamenti 2022-23