U.C. Sampdoria Sampdoria logo

Samp sconfitta in amichevole dalla nazionale libica

News

Samp sconfitta in amichevole dalla nazionale libica

Pubblico entusiasta sugli spalti, gran caldo e un avversario tosto e in giornata: la Samp esce sconfitta dall'Undici Giugno di Tripoli.

14_libiasampTest buono almeno per il campionato – domenica si va a Parma, in casa dei ducali del nuovo tecnico Claudio Ranieri – questo Libia-Sampdoria, contro un avversario motivato e tonico, che ha battuto a sorpresa la Sampdoria nel "Match for Peace". Allo stadio Undici Giugno di Tripoli dunque, incontro attendibile più del previsto per la formazione di Novellino, che nel primo tempo ha schierato molti dei giocatori solitamente non facenti parte della rosa titolare.
In porta tornava Gianluca Berti dopo la lunga assenza dovuta all'infortunio al polso. Difesa a quattro con Sala e Bastrini centrali, Zenoni a destra e Pieri a sinistra. In mezzo, spazio alla coppia inedita formata da Da Mota e Parola, Maggio si schiera a destra con il neoacquisto Ziegler sul settore opposto. Davanti Bazzani – per lui fascia di capitano al braccio – e Quagliarella.
L'avvio è tutto per l'esterno svizzero, molto vivace sulla corsia sinistra, pregevoli alcuni suoi spunti sia in azione personale che a livello di assist. La prima vera occasione capita però fra i piedi di Maggio, pescato da Bazzani solo davanti ad Abbad (14'). L'esterno non trova però la porta, calciando sul portiere libico.
Da questo momento sono i locali ad assumere l'iniziativa, creando alcune ottime opportunità e passando addirittura in vantaggio con Chibani al 25'. Fatale alla difesa blucerchiata un corner dalla sinistra, su cui il numero 5 in maglia verde riesce ad intervenire battendo imparabilmente Berti. La rete galvanizza l'ambiente e la Libia torna ancora sottoporta con Peshari, imbeccato da El Drisi. Il cross basso e teso del numero 24 africano viene però intercettato all'ultimo da Gigi Sala che sventa il pericolo.
La Samp reagisce, Quagliarella e Bazzani tentano di pareggiare l'incontro con scarsa fortuna. Si va dunque al riposo sull'1-0 per i padroni di casa.
Nell'intervallo, Novellino manda in campo Zotti, Palombo e Bonazzoli al posto di Berti, Da Mota e Bazzani. La fascia passa dunque a Palombo, che si sistema nell'usuale posizione di centrale. Ma le sostituzioni non danno l'effetto sperato. Dopo qualche minuto di possesso palla Samp, è di nuovo la Libia a rendersi pericolosa, trovando a sorpresa il raddoppio. Saad finalizza un bel contropiede degli africani, portando così i verdi sul 2-0.
A questo punto girandola di cambi, da una parte e dall'altra, fino al 2-1 siglato al 92' da Fabio Quagliarella, grazie ad un gran tiro da fuori.

Libia               2
Sampdoria   1
Reti:
25' p.t. Chibani; 17' s.t. Saad, 47' s.t. Quagliarella.
Libia (4-4-2): Abbad; Senoussi, Chouchas, Chibani, Ouswan (28' s.t. Abussalam); El Drisi (15' s.t. Daoud), Nouere, Nogrobe (38' Hossen), Saad; Zouai (15' s.t. Abdulcader), Peshari. A disposizione: Almabruk, Bader, Ramli. Allenatore: El Khemisi.
Sampdoria (4-4-2): Berti (1' s.t. Zotti); Zenoni, Sala (19' s.t. Accardi), Bastrini (30' s.t. Franceschini), Pieri (25' s.t. Falcone); Maggio, Da Mota (1' s.t. Palombo), Parola (25' s.t. Volpi), Ziegler; Quagliarella, Bazzani (1' s.t. Bonazzoli). Allenatore: Walter Novellino.
Arbitro: El Tarouk (Tunisia).
Note: ammonito al 21' Sala per gioco scorretto.

Nella foto Pegaso, Samp e Libia insieme prima del via.

altre news

Scopri gli abbonamenti 2022-23