U.C. Sampdoria Sampdoria logo

Delvecchio: «Volevamo i tre punti, ma il calcio a volte è strano»

News

Delvecchio: «Volevamo i tre punti, ma il calcio a volte è strano»

Il peggio (qualche infortunio, la squalifica di tre giornate) è alle spalle, ma il pensiero va alla squadra: «Eravamo convinti e determinati, pensavamo di vincere».

17_festadelvecchioquagliarellaCon l'assenza di Sergio Volpi, Walter Novellino consegna la cabina di regina a Gennaro Delvecchio. Che lo ripaga con un'ottima prestazione interna al cospeto del Palermo, mettendo forse in difficoltà il tecnico doriano: «Sto tornando in forma dopo un periodo difficile – spiega Gennaro dopo Samp-Palermo, pareggio sudato ma meritatissimo -, il mister mi ha chiesto di dare una mano in un ruolo ben preciso, inserendomi soprattutto con maggiore frequenza, ed io ho eseguito…».
Il risultato? Una prestazione tutto cuore e qualità, per colpire i rosanero dove sono più forti, cioè sulla mediana. «Sabato sera siamo scesi in campo convinti, determinati. Avevamo voglia di prenderci questi tre punti, di far bottino pieno ed eravamo troppo determinati per fallire. Purtroppo il calcio è strano ed è finita come tutti sanno».
La sostituzione patita nelle ripresa – al posto dell'ex leccese è entrato lo svizzero Ziegler, in un momento del match in cui Novellino voleva più freschezza e rapidità – non ha intaccato minimamente l'umore di Delvecchio: «Siamo un gruppo, l'ho detto milioni di volte – risponde sicuro Gennaro ai cronisti che cercando di strappargli qualche gossip -, per me sono tutti dei campioni. Quindi, se devo uscire, non faccio grossi problemi».

Nella foto Pegaso, il bacio di Gennaro Delvecchio a Fabio Quagliarella dopo la rete dell'uno a uno.

altre news

Scopri gli abbonamenti 2022-23