U.C. Sampdoria Sampdoria logo

La Samp porta la Pasqua ai bambini del Gaslini

News

La Samp porta la Pasqua ai bambini del Gaslini

Come ogni anno la prima squadra della Samp ha fatto visita ai bambini dell'istituto Gaslini per portare loro le uova di Pasqua.

05_bazzanigasliniLa Sampdoria rinnova il consueto appuntamento coi bimbi del Gaslini, portando ai giovani ospiti dell'ospedale di Quarto un saluto e un momento di gioia in vista della Pasqua. Lo staff al completo del team blucerchiato si è riunito nell'aula magna della struttura, dove già prima dell'arrivo della squadra erano assiepati bambini e genitori. Tradizione confermata dunque, nel segno di una continuità che prosegue ormai da molti anni. Il primo a prendere il microfono è Walter Novellino: «Siamo contenti di essere di nuovo qui – comincia il mister della Samp -, si tratta di un momento importante per noi e anche per i bambini che sono presenti. Speriamo di portar loro un po' di gioia, speriamo soprattutto che possano trascorrere una bellissima Pasqua, in serenità».
Lunghi applausi da parte della platea per il tecnico doriano, che passa poi la palla a Beppe Marotta. Il direttore porta immediatamente il saluto del presidente Riccardo Garrone, fuori Genova per motivi di lavoro e dunque impossibilitato a partecipare: «Il presidente ci teneva molto ad esserci – riferisce Marotta -, come sempre in queste occasioni, ma purtroppo gli affari lo hanno tenuto lontano da Genova e non ce l'ha fatta. Mi ha pregato però di salutare tutti i bambini con un grande abbraccio, augurando buona Pasqua». Una battuta poi sulla Samp, ancora una volta vicina al Gaslini: «Siamo fieri di rinnovare questa tradizione, la Samp è vicina ai giovani ospiti di quest'ospedale e vorrebbe esserlo anche di più. Purtroppo il calcio per noi, oltre ad essere un gioco, è anche un impegno professionale e ci porta via molto tempo. Tuttavia, appena possiamo, siamo felicissimi di tornare e portare un po' di speranza ai bambini, augurando loro di poter vivere momenti sereni e felici».
Nell'arco del breve spazio alle parole, che ha preceduto lo scambio di doni coi piccoli del Gaslini, è intervenuto anche il Prof. Pierluigi Bruschettini che ha colto l'occasione per presentare a Volpi e compagni, Stefano, paziente del Gaslini da diverso tempo. Con la voce rotta, proprio Stefano ha cercato di esprimere l'emozione di fronte ai suoi beniamini: «Non potevo correre – racconta -, se fossi caduto mi sarei rovinato per sempre a causa della mia malattia. Grazie alle cure ricevute qui, va molto meglio ed è fantastico poter parlare davanti ai giocatori della Samp. Seguo la squadra fin dai tempi di Mantovani, sono un grande tifoso…». E qui Stefano si ferma, lasciandosi andare alle lacrime. Lo abbracciano un po' tutti, strappandogli di nuovo un sorriso. Fra gli applausi, la scena si sposta poi sui giocatori della Samp che consegnano le uova di cioccolato ai bambini. Autografi e foto ricordo completano una giornata di straordinaria umanità, l'ennesima a firma Sampdoria.

Nella foto Pegaso, Fabio Bazzani consegna le uova ai piccoli ospiti del Gaslini.

altre news

Scopri gli abbonamenti 2022-23