U.C. Sampdoria Sampdoria logo

Quagliashow: doppietta in Lituania per la vittoria azzurra

News

Quagliashow: doppietta in Lituania per la vittoria azzurra

Alla prima da titolare con la maglia azzurra sulle spalle, Fabio Quagliarella incastona una doppia perla nei primi quarantacinque minuti di gioco e regala all'Italia il successo sulla Lituania.

06_festaquagliarellaNon c'è niente da fare, quest'anno a Fabio Quagliarella non riesce mica di essere normale. Tredici gol in campionato (e trovare il più bello non è semplice), una stagione che nemmeno a sognarla sarebbe uscita fuori così, le prime convocazioni in nazionale. Poi la Lituania, Donadoni gli mette sulle spalle la sua maglia numero 27 e lo manda in campo dall'inizio. Titolare, finalmente: e il 2-0 con cui gli azzurri portano a casa il quinto successo consecutivo, tenendo il passo della Francia e chiudendo l'annata nel migliore dei modi, porta il suo nome e la sua (doppia) firma.
Due gol e tre presenze, dice adesso la storia in nazionale di Quagliarella. Dribbling verso il centro, sinistro violento e pallone a fil di palo prima, destro al volo che scende nell'angolo più lontano poi: è questa la doppietta che ha detto Italia già nel primo tempo, questi i due colpi che Fabio ha tirato fuori per convincere una volta di più il mondo intero che sì, lui le qualità le ha eccome. Quelle mani portate al volto, figlie della sorpresa per una gioia che forse non immaginava così grande, dicono tutto: «Non poteva andare meglio…».
Sorride felice, Quagliarella. La sua è stata una serata da sogno: «Io ho cercato di ripagare la fiducia che il mister e i compagni mi hanno concesso – dice lui -, ho dato il massimo ed è andata bene… Se abbiamo fatto dimenticare la vittoria di misura alle Far Oer? Io credo che quella partita non fosse poi così facile, e non si può dimenticare che siamo a fine stagione e le energie sono quelle che sono. E' stato bravo Donadoni a trasmetterci tranquillità, e la squadra ha fatto capire cos'è il carattere dell'Italia».
Due gol da favola («Scelgo il secondo, non era semplice far scendere il pallone dov'è finito») per chiudere una stagione spettacolare. E se Gigi Riva lo promuove a pieni voti («Si vede che ha qualità, e ha segnato da grande attaccante»), lui vola basso: «Gioco con tanti campioni del mondo, io non c'entro niente… Cerco solo di meritarmi le occasioni che mi vengono offerte, so che la nazionale è sempre una conseguenza di quello che faccio alla Samp e vado avanti così. Il mercato? C'è tempo, adesso penso alle vacanze: dico solo che sono in una grande squadra e per me è importante giocare con continuità come ho fatto quest'anno». Sia in fascia che al centro, peraltro: «Io sono una seconda punta – riprende Fabio -, anche se pure partendo dalla fascia ho fatto i miei gol… E' nelle mie caratteristiche, partire largo e accentrarmi a cercare il tiro o un passaggio decisivo. Invece fatico di più spalle alla porta, ma alla Samp abbiamo avuto tanti di quegli infortuni che ero rimasto l'unico: mi sono adattato, cercando di rendermi utile». L'ha fatto, eccome.

Lituania   0
Italia        2
Reti:
31' p.t. e 46' p.t. Quagliarella.
Lituania (4-5-1): Grybauskas; Stankevicius, Skerla, Zvirgzdauskas, Paulauskas; Klimavicius, Savenas (15' s.t. Labukas), Kalonas, Semberas, Morinas (39' p.t. Mikoliunas); Danilevicius. A disposizione: Malinauskas, Zelmikas, Ivaskevicius, Beniusiss, Gedgaudas. Allenatore: Liubinskas.
Italia (4-1-4-1): Buffon; Oddo, Cannavaro, Materazzi, Zambrotta; Pirlo; Quagliarella, De Rossi (21' s.t. Gattuso), Perrotta (27' s.t. Ambrosini), Di Natale (29' s.t. Del Piero); Inzaghi. A disposizione: Amelia, Barzagli, Tonetto, Lucarelli. Allenatore: Donadoni.
Arbitro: Vink (Olanda).
Note: serata estiva, terreno in buone condizioni; ammoniti Pirlo e Labukas per gioco scorretto; spettatori 7.000 circa; recupero p.t. 1', s.t. 2'.

Nella foto, la pazza gioia di Fabio Quagliarella dopo la doppietta in nazionale: sono i suoi primi gol azzurri.

altre news

Mini Abbonamento Promo