U.C. Sampdoria Sampdoria logo

Castellazzi: «Su le maniche, ora c'è l’Atalanta»

News

Castellazzi: «Su le maniche, ora c'è l’Atalanta»

Il numero 1 blucerchiato, al termine della notte di Coppa, guarda avanti: «Dispiace perdere così, serviva un po' di attenzione in più. Ma adesso arriva l'Atalanta e noi abbiamo fame di vittoria».

18_castellazziBrutto per Luca Castellazzi raccogliere un pallone che risponde quasi all'unico tiro in porta prodotto dagli avversari. Brutto, perché lo 0-1 di questa sera contro il Metalist – di fatto – compromette il discorso qualificazione agli ottavi di Coppa Uefa.

Episodi sfavorevoli. Non va giù, quel gol. «Ora dovremo andare là per vincere – spiega il portiere -, ma purtroppo sarebbe stato così anche con l'1-1, quindi cambia poco. Certo, dispiace, perché con un pizzico di esperienza ed attenzione in più avremmo evitato di subire il gol a fine primo tempo. Però è andata così e allora non resta che rimboccarci le maniche e pensare alla prossima partita».

Squadra quadrata. Metalist quadrato, ostico, che non lascia giocare. L'identikit che si disegnava degli ucraini alla vigilia. «Sapevamo come erano strutturati – spiega Castellazzi -, squadra fisica, con due-tre giocatori di qualità. Stasera hanno potuto fare il loro gioco e sono stati favoriti anche dagli episodi, che a noi non hanno sorriso come purtroppo spesso accade. Peccato, davvero, nella ripresa abbiamo costruito più di una situazione per pareggiare e non siamo riusciti a dare l'ultima zampata. Forse è mancata un po' di convinzione, un po' di brillantezza, anche».

Fame di vittoria. Cosa che non dovrà accadere domenica contro l'Atalanta. «Speravamo di dare continuità ai risultati oggi, dopo il bel pari con la Juve, ma non è stato così. Adesso vogliamo regalare ai tifosi la prima vittoria dopo tanto tempo, la aspettiamo tutti». La squadra di Del Neri, però, non scenderà a Marassi a fare una passeggiata, specialmente dopo il 3-0 rifilato alla Roma. «Sono forti, molto ben organizzati – dice dei nerazzurri il numero uno doriano -, ma noi abbiamo fame di vincere, io vincerei anche 1-0 al 90', di mano. Serve lo spirito di Torino e l'impegno, che non è mai mancato, nemmeno stasera».

Speciale Samp-Metalist Kharkiv. Clicca qui per sapere tutto sulla sfida del Ferraris.

Nella foto Pegaso, Luca Castellazzi in uscita alta.

altre news

Campagna abbonamenti 2024/25